Romanzi di tesori e città perdute

Tutto Salgari #15. Un'antologia di sei classiche avventure salgariane:

Il tesoro misterioso
La scimitarra di Budda
La città dell’Oro
La Montagna di Luce
La città del re lebbroso
Il tesoro della Montagna Azzurra

Fatti e pareri

La Montagna di Luce: Lo svolgimento della trama è perfetto e ancora oggi, a 104 anni dall'uscita, qualunque sceneggiatore lo invidierebbe. ~ Corrado Augias, La Repubblica

La scimitarra di Budda: Questo libro è stato una piacevolissima sorpresa. Mi aspettavo un romanzo per ragazzi ma ho trovato una bellissima avventura dalla trama intricata e popolata da personaggi decisamente azzeccati (soprattutto l'americano). La scrittura è sempre scorrevole e veloce: ricostruisce alla perfezione affascinanti ambientazioni esotiche e incanta il lettore dalla prima all'ultima pagina. ~ Daniele, Anobi

La città dell'Oro: Il mio primo libro, che mi ricordi. Bello, trascinante, denso di atmosfere e di mistero. Un viaggio lungo un fiume sudamericano per trovare la città dell'oro, tra meraviglie commosse e descrizioni pedanti. Luce forte e orizzonti larghi, forse è da lì che è nato il mio desiderio di viaggiare. Da leggere con il cuore da adolescente e la mente da saggio. ~ Michele Trimarchi, Anobi

Il tesoro della Montagna Azzurra: Avventura con la A maiuscola! Una nave che affonda nella tempesta, naufraghi alla deriva su di una zattera che si trasformano in cannibali per sopravvivere, formiche mangiatrici di uomini, animali selvaggi, tesori nascosti, terre lontane sconosciute, tribù di indios pericolosi, assassini, traditori, avventurieri e una donna bellissima. Letto a 10 anni, quasi uno shock: era la somma di tutto quello che si poteva chiedere. Su certi passi non ci ho dormito la notte. Niente da dire, un inchino: Salgari era un maestro. ~ Luigi M.B.

La città del re lebbroso: La meta del viaggio è particolarmente suggestiva e il viaggio intero ha un che di magico, in quelle foreste così strane che suscitano tutt'altra sensazione che quelle mainstream dell'India che hanno fatto la fortuna di Sandokan. ~ Alessandro Mainini, Anobi

Romanzi di tesori e città perdute

Un'antologia di sei classiche avventure salgariane:

La Scimitarra di Budda
A seguito di una scommessa, il Cap. Giorgio Ligusa si impegna a recuperare la mitica e introvabile Scimitarra di Budda. Col prezioso contributo dei fedelissimi Korsan e Casimiro, non esita ad avventurarsi nella Cina misteriosa di fine secolo XIX, chiusa ed ostile verso la razza bianca.

 

Duemila Leghe sotto l'America
Il vecchio capo indiano Smoky, viene derubato e gravemente ferito da alcuni malviventi. Sentendosi vicino a morire, convoca l'amico John Webher a cui rivela l'esistenza di una cassetta contenente misteriosi ed importanti documenti. Webher, decifrando i documenti, scopre l'esistenza di una via sotterranea che collega il Kentucky al Perù e sorprendentemente, sempre dai documenti, rileva la presenza del mitico e favoloso "Tesoro degli Inchi". Suffragato dai fedeli Morgan, Burthon e O'Connor decide di organizzare una spedizione.

 

La Città dell'Oro
Due cugini e un medico, sedotti dalle rivelazioni di un indio misterioso, risalgono le sponde dell'Orinoco nel folto della foresta per trovare una città che si favoleggia sia tutta d'oro, la mitica antichissima città di Manoa, - il leggendario Eldorado.

 

La Montagna di Luce
Indri Sagar, ministro e favorito del maharajah di Baroda, avendo aiutato involontariamente un paria, cade in disgrazia. Per riacquistare la propria posizione dovrà trafugare "La Montagna di Luce", un diamante bellissimo e ammirato in tutta l'India, pietra ispirata al celebre Kohinoor.

 

La città del re lebbroso
Gli elefanti bianchi rappresentano, nel Siam, quasi delle divinità poste sulla Terra. Sono accuditi con mille cure, rispettati e venerati, perché la loro salute e la loro benevolenza sono un segno favorevole per il paese e garantiscono del suo prosperare. Quando però, uno dopo l'altro, ne muoiono 7 nel Palazzo Reale, i presagi sono decisamente infausti, e sono simbolo di morte per Lakon-tay, a cui il re li aveva affidati e che doveva rispondere della loro sorte. Un impiego ricco di onori ma anche delicato e pericoloso, dunque. E' la maledizione degli dei che si è abbattuta su Lakon-tay? Oppure è la gelosia di qualcuno che ha giurato di vendicarsi e che ha messo in atto un tradimento? La salvezza può essere trovata solo fra le rovine di una città, un tempo ricca e prospera e governata da un re lebbroso, dove è nascosto un sacro tesoro.

 

Il tesoro della Montagna Azzurra
Don Pedro e Mina cercano un tesoro lasciato dal padre, capitano di un vascello naufragato sulle coste neozelandesi. Il loro viaggio a bordo della nave Andalusia sembra però destinato a finire tragicamente: la nave si ritrova nel bel mezzo di una tempesta e rischia di andare a fondo.