Romanzi di mare

Tutto Salgari #6. Un'antologia di cinque classiche avventure salgariane:

Un dramma nell’oceano Pacifico
I pescatori di Trepang
I naufraghi del Poplador
Gli scorridori del mare
I solitari dell’oceano

Fatti e pareri

Un dramma nell’Oceano Pacifico: Ho scelto questo libro, fra i tanti di Salgari che ho in biblioteca, per la lettera iniziale del titolo. Scelta azzeccata: gli elementi dell’avventura ci sono tutti: il mare, le tigri, anche se in gabbia, i forzati, gli antropofagi, le isole selvagge, il naufragio ecc. Il racconto avvince il lettore e io avevo proprio bisogno in questo periodo di tristezza, di qualcosa che mi fosse di aiuto e Salgari con suo modo di scrivere lo ha fatto egregiamente. Credo che questo romanzo non lo dimenticherò mai.. ~ Lilia

Romanzi di mare

Un'antologia di cinque classiche avventure salgariane:

Un dramma sull’Oceano Pacifico
La Nuova Georgia, nave mercantile al comando dell’esperto Capitano Hill, naviga il Pacifico diretta verso l’Australia. A bordo con il capitano. Oltre al fedele Collin, la bellissima figlia Anna. Durante la navigazione, viene raccolto Bill, un misterioso naufrago che riesce comunque a far presa sull’indole mite del capitano Hill e della figlia. Convince infatti il comandante a far rotta sulle isole Figi, dove secondo il suo racconto sono rimasti i suoi amici scampati al naufragio.

 

I naufraghi del Poplador
La guerra fra Stati Uniti e Messico vede il Capitano Don Pablo Guzman, comandante della corvetta Poplador, incaricato di incrociare sulle coste californiane in appoggio ai partigiani messicani. Il genovese Michele Galla, comandante in seconda e fidatissimo uomo di Don Pablo, è con lui; assieme svolgono brillantemente il compito assegnato. Un uragano, che fa naufragare miseramente il Poplador già malridotto a causa di una battaglia con un incrociatore americano, obbligherà i nostri eroi e l’intero equipaggio a nuove ed inattese avventure.

 

I pescatori di Trepang
Le oloturie, echinodermi commestibili che i cinesi chiamano trepang, sono molto ricercati e pagati profumatamente a peso d’oro. Pescarli rappresenta un forte guadagno. Il capitano Van Stael con i nipoti Hans, Cornelio e il fido timoniere Van Horn, armata una giunca si spingono sulle scogliere australiane dove abbondano i preziosi molluschi. Ma se la pesca si rivela subito facile ed abbondante, lo sbarco sulla costa necessario per preparare e conservare il trepang, viene visto con terrore dall’equipaggio cinese. Sulle coste, infatti, vivono i pericolosi aborigeni cannibali infidi e traditori.

 

Gli scorridori del Mare
Al comando del brigantino Garonna, il capitano Slilach pratica la tratta degli schiavi tra la costa africana e le isole del centro america. Il perfido Parry, secondo di bordo, invita ripetutamente Solilach a desistere e darsi alla pirateria, lavoro meno pericoloso e piu’ redditizio.

 

I Solitari dell’Oceano
Attorniata da feroci pescicani e infestata dalla peste, l’Alcione trasporta un carico di uomini destinati a diventare schiavi dei proprietari delle cave di guano del Perù. Ma nelle sue stive sono nascoste anche le pelli gialle che, con i crismi di una nuova legalità, stanno sostituendo il commercio degli schiavi neri.